17.00 Radio CoRa / Sir – Cenerentola a Mumbai

Home  /  Calendario  /  Current Page

Giovedì 20 Giugno


/ CINEMA ore 17.00

Radio CoRa

di Alessandra Povia Valdimiro
con Stefania Stefanini, Amerigo Fontani, Gianluigi Tosto e Stefan Timbaluc
(Italia, 2010)

“Radio CoRa- Gruppo Bocci” è la storia di un’impresa quanto mai rischiosa e coraggiosa: un gruppo di pochi uomini (l’avvocato Enrico Bocci, il Capitano d’aviazione Italo Piccagli, lo studente di Fisica Luigi Morandi, Carlo Ballario, Guido Focacci) e una donna: Gilda Larocca, segretaria dell’avvocato Bocci, osano sfidare tedeschi e fascisti e installare una radio trasmittente per segnalare agli Alleati i campi di lancio per viveri, armi ai partigiani del Pratomagno e di Monte Giovi, le postazioni tedesche sulla Linea Gotica fino ad arrivare alla quasi totale distruzione della potente Divisione corazzata Hermann Goering.
Per oltre cinque mesi, dal Gennaio 1944 fino ai primi di Giugno, nella Firenze corsa, battuta, devastata dai bombardamenti e dalla violenza di tedeschi, repubblichini e spie fasciste, il Gruppo Bocci, aiutato dalla popolazione fiorentina, è stato capace di insediare una rete di informazione così perfetta e affidabile da destare il riconoscimento degli Alleati.
Intercettati dalla polizia fascista e tedesca tutti i componenti del Gruppo vengono portati a Villa Triste e sottoposti a terribili torture e sevizie senza che alcuno di loro abbia mai parlato.
Tutti verranno fucilati in una boscaglia nei dintorni di Firenze, tutti tranne l’avvocato Enrico Bocci: il suo corpo non è mai stato trovato.
Il suo pensiero, come quello di Piccagli, è un amaro monito per questo nostro (povero!) Paese: “bisogna essere intransigenti se si vuole ricostruire la Patria dopo tante sciagure, altrimenti sarà peggio di prima”
_
Ingresso libero

 

Dalle 19.00 alle 21.00
PROVA L’APERICINEMA DE “I RAGAZZI DI SIPARIO
con le specialità preparate dai nostri ragazzi
APERICINEMA • ingresso al film + aperitivo = € 12,00

 

/ CINEMA — orari in via di definizione

Sir – Cenerentola a Mumbai

di Rohena Gera
con Tillotama Shome, Geetanjali Kulkarni, Rahul Vohra, Vivek Gomber, Ahmareen Anjum
genere: drammatico – durata: 96min – India, Francia, 2018

Un film rinfrescante sull’amore impossibile tra le caste e il primo lungometraggio di finzione del regista indiano Rohena Gera, coprodotto con la Francia ha ricevuto standing ovation alla Semaine de la Critique di Cannes 2018.
Possono i tabù sociali tenere distanti due mondi opposti che si attraggono? Letteratura e Settima Arte hanno più volte, sin dalle rispettive notti dei tempi, provato a dare e dato delle risposte in merito, scrivendo su pagine e sul grande schermo indimenticabili storie d’amore. Ecco visti illustri precedenti indimenticabile quella narrata in Sir proprio non lo è, ma gli ostacoli e le difficoltà che i due protagonisti della pellicola di Rohena Gera dovranno superare per stare insieme sono sufficienti a gettare abbastanza benzina sul fuoco per alimentare una una commedia sentimentale che strizza l’occhio a Cenerentola e non solo, rivestendola di una location orientale e contemporanea, tra gli alti grattacieli di una luminosa Mumbai, dove l’amore va di pari passo con la lotta per l’emancipazione.

Scelta per aprire le danze della 18esima edizione del River to River Florence Indian Film Festival dopo la prima apparizione pubblica in quel di Cannes 2018 nella sezione “Semaine de la Critique”, racconta l’ennesimo tormentato intreccio amoroso disegnato per fare penare tanto la coppia di turno quanto il pubblico. La pellicola ci porta al seguito di Ratna, una donna che lavora come domestica in casa di Ashwin, un uomo proveniente da una famiglia benestante. Nonostante sembri che Ashwin abbia tutto, Ratna percepisce che l’uomo ha rinunciato ai suoi sogni e che in un certo senso si è perso. Di contro Ratna, che sembra non avere nulla, è piena di speranza e lavora con determinazione per raggiungere il suo sogno. Nel momento in cui i due mondi collidono e i protagonisti si connettono tra di loro, le barriere tra i due diventano solo più insormontabili. Sapranno essere più forti delle barriere che li dividono e riusciranno a superarle?
Se ciò riesce a prendere forma e sostanza sullo schermo il merito è sicuramente dell’autrice, capace di aggiungere qualche spezia interessante ad una minestra altrimenti solo riscaldata per l’occasione. E ad aiutarla nell’operazione ci hanno pensato le avvolgenti musiche di Pierre Aviat, ma soprattutto le interpretazioni di Vivek Gomber e Tillotama Shome, quest’ultima familiare alle platee nostrane per avere vestito i panni di Alice in Monsoon Wedding di Mira Nair e di Medha in Gangor di Italo Spinelli.
(Francesco Del Grosso per Cineclandestino.it)
_
Ingresso
Intero • € 7,00
Ridotto soci UniCoop Firenze • € 6,00
Ridotto over 65 (fino alle ore 18.30, esclusi festivi e prefestivi) • € 6,00
Omaggio bambini • ingresso omaggio solo la domenica
Ridotto studenti under 18 • € 5,00
Ridotto studenti universitari (solo per ultima replica del giorno) • € 5,00