17.30 e 19.30 La paranza dei bambini / 21.30 La casa sul mare

Home  /  Calendario  /  Current Page

Martedì 19 Febbraio


/ CINEMA ore 17.30 e 19.30

La paranza dei bambini

di Claudio Giovannesi
con Francesco Di Napoli, Artem Tkachuk, Alfredo Turitto, Ciro Vecchione, Ciro Pellecchia, Mattia Piano Del Balzo, Viviana Aprea, Valentina Vannino, Pasquale Marotta, Luca Nacarlo
genere: drammatico – durata: 110 minuti – produzione Italia, Francia 2019

Muoiono giovanissimi, hanno un’aspettativa di vita da Medioevo, per questo vogliono avere tutto e subito. I giovani criminali napoletani raccontati da uno scrittore che li conosce bene
Sei quindicenni – Nicola, Tyson, Biscottino, Lollipop, O’Russ, Briatò – vogliono fare soldi, comprare vestiti firmati e motorini nuovi.
Giocano con le armi e corrono in scooter alla conquista del potere nel Rione Sanità. Con l’illusione di portare giustizia nel quartiere inseguono il bene attraverso il male. Sono come fratelli, non temono il carcere né la morte, e sanno che l’unica possibilità è giocarsi tutto, subito. Nell’incoscienza della loro età vivono in guerra e la vita criminale li porterà ad una scelta irreversibile: il sacrificio dell’amore e dell’amicizia.

“Ho dedicato il libro, da cui il film è tratto, ai morti colpevoli e alla loro innocenza, perché è proprio così, sono ragazzi innocenti nonostante abbiano fatto la più atroce delle scelte.” (Roberto Saviano)


approfondimento
“Per diventare bambino ci ho messo 10 anni, per spararti in faccia ci metto un secondo.”
Dal libro di Roberto Saviano alla Berlinale

Protagonista è un gruppo di ragazzi, tutti esordienti tra i dieci e i quindici anni, capeggiati dal giovane Nicolas Fiorillo, pronti a sparare, spacciare, derubare, uccidere, tutto pur di prendere il potere.
I loro soprannomi sono apparentemente innocenti (Maraja, Pesce Moscio, Dentino, Lollipop, Drone), ma non esitano a salire sul motorino per compiere i crimini peggiori nel nome del dio denaro. Avere il controllo dei quartieri è tutto, urge sottrarli agli avversari, ogni mezzo è quello giusto secondo la non-legge della strada.
Così Roberto Saviano, autore del libro e sceneggiatore del film insieme a Maurizio Braucci: “L’immagine che resta impressa è quella di un ragazzino che sfida un vecchio boss che lo minaccia per lasciare il quartiere. Il ragazzo gli dice: “Per diventare bambino ci ho messo 10 anni, per spararti in faccia ci metto un secondo”. Raccontiamo ragazzini criminali, che prendono per la prima volta nella storia il potere colmando lo spazio vuoto dei boss in carcere o latitanza. Quindicenni in grado di gestire il narcotraffico che smuove milioni di euro e che sono capaci di uccidere a sangue freddo, eppure dormono ancora nella loro stanzetta accanto ai genitori”.
_
Ingresso
Intero • € 7,00
Ridotto soci UniCoop Firenze • € 6,00
Ridotto over 65 (fino alle ore 18.30, esclusi festivi e prefestivi) • € 6,00
Omaggio bambini • ingresso omaggio solo la domenica
Ridotto studenti under 18 • € 5,00
Ridotto studenti universitari (solo per ultima replica del giorno) • € 5,00

 

Dalle 19.00 alle 21.00
PROVA L’APERICINEMA DE “I RAGAZZI DI SIPARIO
con le specialità preparate dai nostri ragazzi
APERICINEMA • ingresso al film + aperitivo = € 12,00

 

/ CINEMA ore 21.30
proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano

PER LA RASSEGNA “SEGNALATI DALLA CRITICA 2019”
Quinta edizione della rassegna internazionale; sette film scelti fra i migliori della stagione: successi da Oscar o Palma d’oro ma anche opere giovani. Tutti i titoli sono stati selezionati dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici (SNCCI). Il ciclo è curato da Claudio Carabba e dal Gruppo toscano SNCCI, insieme allo Spazio Alfieri, in collaborazione con Quelli della Compagnia.
Tutti i film, proiettati in lingua originale, saranno presentati da un socio del Gruppo toscano Sncci

La casa sul mare

Introducono il film i critici Caterina Liverani e Gabriele Rizza

di Robert Guédiguian
con Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Anaïs Demoustier, Robinson Stévenin, Jacques Boudet, Yann Trégouët, Geneviève Mnich, Fred Ulysse
genere: drammatico – durata: 107 minuti – produzione: Francia 2017

Autore coerente e fedele al suo stile, al suo mondo (i sobborghi di Marsiglia) e al suo gruppo di attori (la protagonista femminile è quasi sempre Ariane Ascaride, sua compagna di vita, Guédiguian racconta le vicende di un nucleo di famiglia, isolato in riva al mare, interrogandosi sul senso dei ricordi e sul proprio posto nella storia e nella società. Le linee spezzate dei ricordi personali incontrano le strade sbarrate ai migranti alla ricerca di un futuro migliore; la propria memoria, intesa anche come il proprio cinema, diventa qui memoria collettiva. Un film nel quale il regista coniuga l’emozione, il messaggio, la speranza, la nostalgia e l’utopia.
Nell’estate del 2018 Guédiguian ha vinto il Premio Maestro del cinema assegnato dal Comune di Fiesole e dal Sindacato critici cinematografici.
_
Ingresso
Intero • € 6,00 / ridotto • € 5,00